Bonifica e amianto

SMALTIMENTO DI AMIANTO IN PROVINCIA DI NAPOLI

B.recycling srl è regolarmente inscritta all’Albo Gestori Ambientali ed opera nel settore delle bonifiche dei materiali contenenti amianto, in provincia di Napoli. Adempimenti burocratici, analisi di caratterizzazione dei materiali preventivamente alla predisposizione del Piano di Lavoro da sottoporre all’ASL competente, sono di fondamentale importanza per lo smaltimento di un materiale cancerogeno. Sarà eseguita un’analisi di caratterizzazione dei materiali contenenti amianto ad opera di laboratorio chimico abilitato al fine dell’attribuzione dell’esatto codice CER del rifiuto ai sensi del D.Lgs. 22/97 e successive modifiche. Per il piano di lavoro e la stesura di pratiche amministrative sarà redatto un adeguato Piano di Lavoro relativo all’attività di bonifica seguendo le specifiche impartite in materia, art. 256 del Decreto Legislativo 9 Aprile 2008, N.81 provvedendo ad effettuare tutti gli adempimenti amministrativi e tecnici previsti dalla normativa in materia.

Monitoraggi ambientali e finali

  • I monitoraggi ambientali vengono eseguiti nell’ottica di una protezione globale, sia dei lavoratori che dell’ambiente esterno, è stato instaurato uno strumento di controllo (monitoraggio) delle aree circostanti il cantiere di bonifica e dell’area di rimozione od una concentrazione elevata all’interno. Il monitoraggio seguirà le fasi significative dell’intero ciclo lavorativo in posizioni significative in seguito all’esigenza di avere le misure dell’esposizione durante la manipolazione dei materiali contenenti amianto e la pulizia finale. Il monitoraggio sarà effettuato da laboratorio specializzato con sistema MOCF.
  • Il monitoraggio finale è svolto al termine dell’attività di bonifica e sarà eseguito allo scopo di ottenere valori di riferimento utili a verificare l’assenza di fibre al termine di lavori di rimozione ed avere un valore di riferimento per la eventuale certificazione di restituibilità dell’area bonificata, che sarà rilasciata dall’ASL competente.
vecchie tegole di amianto pericolose

La procedura operativa di bonifica dell'amianto

  • La procedura per la rimozione dei materiali in cemento amianto deve essere svolta in modo preciso ed accurato. 
  • La zona di lavoro sarà evidenziata con nastro segnaletico bicolore (bianco/rosso) e da idonea cartellonistica di sicurezza. Tale zona sarà assolutamente interdetta al personale non interessato ai lavori di bonifica e comunque presidiata da un responsabile e/o preposto allo svolgimento dei lavori. 
  • Saranno approntati tutti i materiali e le attrezzature occorrenti per la esecuzione dei lavori a perfetta regola d’arte ed allestimento del cantiere di lavoro in regime di sicurezza secondo le normative vigenti. Prima di procedere alla rimozione, per i materiali contenenti amianto, su tutte le superfici esterne verrà eseguito un trattamento inertizzante con prodotti incapsulanti del tipo “D” conformi al D.M. del 20/08/99. 
  • Dopo l’operazione di incapsulamento, si procederà allo smontaggio degli elementi costituenti i manufatti. Tale fase lavorativa verrà eseguita con cautela, utilizzando esclusivamente arnesi manuali, nonché utilizzando ponteggi e/o trabattello a norma, avendo cura di non far rompere o sbriciolare il materiale. Tutti i materiali saranno avvolti in appositi teli di polietilene secondo la normativa vigente, sigillati ermeticamente, etichettati e posti su pedane di legno.
  • Trasporto e smaltimento rifiuti - I rifiuti confezionati, come in precedenza descritto, saranno trasportati e conferiti in siti di stoccaggio e/o in discariche autorizzate secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
  • Personale di Cantiere - Il personale impiegato possiede esperienza per tale tipo di lavoro. Prima dell’inizio dei lavori al personale vengono fornite le necessarie ed idonee informazioni sui rischi derivanti dalla esposizione ad amianto, sulle specifiche norme igieniche da osservare durante i lavori di (compreso il divieto di fumare, mangiare e bere all’interno di aree confinate), sull’uso degli indumenti protettivi e dei mezzi di protezione individuali (DPI) e collettivi, delle misure di precauzione da rispettare per ridurre al minimo l’esposizione.
  • Il personale addetto ai lavori di bonifica che comportano esposizione ad amianto, viene sottoposto a controllo sanitario annuale, ai sensi del D.P.R. 1124/65 del del D.P.R. 303/56 per stabilire l’idoneità alla mansione svolta e all’uso dei mezzi di protezione delle vie respiratorie. I controlli sanitari vengono effettuati dal medico competente in conformità all’art. 3 del D.L. 277/91. Il personale è stato istruito ed informato sulle tecniche di rimozione dell’amianto avendo seguito un apposito programma di addestramento. Gli stessi sono, inoltre, in possesso di patentino regionale per operatore e gestore delle attività di bonifica dall’amianto ai sensi del D.P.R. 08.08.1994.
Desideri un mondo più pulito e privo di pericoli per la salute? 
Affidati a B.Recycling in via delle Ferrovie, 14
Share by: